Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti. Continuando la navigazione o chiudendo questo banner, presti il consenso al loro utilizzo.
  • Home

"FROM SICILY WITH LOVE". VARIETÀ PROPOSTO DALL'ASS. RAGUSANI NEL MONDO

Spettacolo ad alta intensità emotiva domenica 6 gennaio alla Sala Sciascia di Chiaramonte Gulfi. Promosso dall’Associazione Ragusani nel mondo, con il patrocinio del Comune e il coordinamento tecnico e organizzato della Scuola Mila Plavsic , hanno fatto passerella alcuni talenti del canto e della musica iblei, molti dei quali già insigniti del Premio Ragusani nel mondo negli anni precedenti.

18 EDIZIONI MEMORABILI

Correva l’estate del 1995, quando, per iniziativa dell’Associazione Ragusani nel mondo, nasceva l’idea di promuovere un premio, dedicato agli iblei affermatisi nel mondo: Il Premio Ragusani nel mondo. Il premio trova la sua collocazione naturale nella festa di San Giovanni, che segna il ritorno nella città natale dei tanti ragusani sparsi nel pianeta. Da allora ogni anno, a fine agosto, si rinnova l’atto di omaggio ai nostri illustri conterranei. Una simbolica passerella in una Piazza San Giovanni vestita a festa, per tanti iblei che con le loro gesta hanno onorato la provincia di origine.

CNA RAGUSA: GIOVANNA BIONDI RICEVUTA AL COMUNE DI VITTORIA

A distanza di tre mesi dal conferimento del Premio Ragusani nel Mondo, sabato 3 agosto, la vittoriese Giovanna Biondi, acconciatrice affermata in Lussemburgo ma conosciuta negli ambienti dell’alta moda e del glamour del nord Europa, è tornata per un breve soggiorno in terra iblea. La sua storia professionale colpì l’immaginazione di quanti hanno seguito il Premio in Piazza Libertà e nei vari media, per la notevole affermazione personale e l’inserimento negli ambienti dell’alta moda e nella famiglia granducale del Lussemburgo, città dove vive e dirige un atelier di bellezza ai massimi livelli.

IN RICORDO DI GIUSEPPE SALERNO

Quando il destino richiama una persona cara, del suo ricordo emergono subito gli aspetti belli della sua personalità, e Giuseppe Salerno ne era ricco. Personalmente l’ho conosciuto sul finire degli anni 80 a Chiaramonte, nella mia esperienza di giovane Assessore, quando rivestiva al Comune la carica di Vice Segretario.

IN RICORDO DI JOE BAGLIERI

Il suo nome era Joe Baglieri, ragusanissimo, giovane di belle speranze ben presto attratto dal fascino del sogno americano. A Brooklyn trova la sua affermazione di artigiano con una elegante sala di parruccheria e di uomo impegnato nel sociale, segnalandosi come uno dei personaggi più influenti della comunità iblea della grande mela, e contribuendo a rafforzare il ruolo del Club Figli di Ragusa, fondato nel 1935. Più volte presidente dello stesso, insieme ad altri ragusani di spicco, fra cui Giuseppe Giuffrè, si segnalò per creare un legame duraturo con le Istituzioni della città madre. A lui si deve il primo invito all’allora giovane Sindaco Franco Antoci, nel lontano 1985, a incontrare in visita ufficiale i ragusani di Brooklyn.

R.N.M. OGGETTO DI UNA TESI DI LAUREA E DI RAI WORLD

Si conferma a svariati livelli la crescente proiezione internazionale del Premio Ragusani nel Mondo, alla vigilia della XX edizione, in programma per sabato 2 agosto 2004, che suggellerà un indimenticabile ventennio ricco di successi. Venerdi 15 novembre, all’interno del programma “Community” , nuovo magazine quotidiano che accende i riflettori sulle comunità italiane nel mondo e sui principali fermenti socio-culturali che le animano, Rai World tratterà ampiamente del Premio, con messa in onda di immagini tratte da svariate edizioni del Premio e una intervista presso gli Studi Rai di Roma al Direttore dell’Associazione Sebastiano D’Angelo.

RAGUSANI NEL MONDO, TRAMPOLINO DI NUOVI TRAGUARDI PER I SUOI PROTAGONISTI

Si conferma a svariati livelli la crescente proiezione internazionale del Premio Ragusani nel Mondo, alla vigilia della XX edizione, in programma per sabato 2 agosto 2004, che suggellerà un indimenticabile ventennio ricco di successi. Venerdi 15 novembre, all’interno del programma “Community” , nuovo magazine quotidiano che accende i riflettori sulle comunità italiane nel mondo e sui principali fermenti socio-culturali che le animano, Rai World tratterà ampiamente del Premio, con messa in onda di immagini tratte da svariate edizioni del Premio e una intervista presso gli Studi Rai di Roma al Direttore dell’Associazione Sebastiano D’Angelo.