Carmelo Chiaramonte

Performer Gastronomico – Modica

CarmeloChiaramonte

Biografia

Nato a Modica 46 anni fa, Carmelo Chiaramonte ama definirsi il Cuciniere errante. Da sempre appassionato di tutte le forme in cui è possibile pensare, dispensare e raccontare il cibo. Ha frequentato esclusivamente officine gastronomiche senza blasone e stelle ma si è innamorato dei sapori della Sicilia d’oriente

Conosce a memoria tutti gli anfratti in cui trovare citronelle, melecotogne abbandonate, alghe, asparagi delle onde, arance Paradiso. Ha cucinato in luoghi estranei alla cucina: il viadotto 21 di Oporto nel 2001, la biblioteca di Berna, il Metropolitan museum di New York, le scogliere di Sampieri, e in tutti quei luoghi in cui è possibile piantare radici provvisorie e due fornelli per sollevare il mondo dagli affanni quotidiani. Sostiene che un buon piatto, inserito in corpo, riesce a provocare una spinta di felicità, dal basso verso l’alto delle membra, pari all’intensità e al profumo che una buona forchettata esprime. Un cuoco è un po’ madre e padre, amalgama, mescola e concia per indovinare dei sorrisi. Spirito poliedrico e multigenio , ha messo in scena nel 2010 “ Il Timballo del Gattopardo “ unica commedia gastronomica sinora realizzata in Sicilia.
Ha realizzato 16 soggetti didattici di gastronomia per l’Auditorium Parco della Musica di Roma, dal 2012 al 2015, dai temi più svariati: La cucina dell’amore, Il Vangelo secondo fornello, La cucina imperfetta della mamma. Scrittore di numerosi testi di successo, tra i quali ricordiamo “ A tutto Tonno “ “ Il Ragusano Dop”, L’estetica del Fungo, Petite philosophie du champignon, Arancia, che gli sono valsi riconoscimenti in campo internazionale. Si interessa di design e ha realizzato pentole, griglie e coltelli dai nomi stravaganti , in linea con la sua personalità: Polipentola, Pescegriglia, Spaghettialdente ,La pentola di Polifemo. Ha condotto lezioni di gastronomia mediterranea in diversi paesi del mondo: Giappone, Usa, Francia, Spagna, Portogallo, Turchia, Egitto, Marocco, Lussemburgo. In Italia collabora con l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e altre scuole italiane. Ha collaborato per Gambero Rosso su Rai sat con 80 puntate.