• Home
  • Missioni
  • A Philadelphia gli artisti ragusani sono di casa
Copertina Missioni Philadelphia

A Philadelphia gli artisti ragusani sono di casa

Grande successo della serata al Kimmel Center con Francesco Cafiso, Rachele Amenta, Lorenzo Licitra, Peppe Arezzo e la sua band. Iniziativa dell’Associazione Ragusani nel Mondo nell’ambito delle celebrazioni ufficiali del 2 Giugno negli Usa

 

PHILADELHIA 4 Giugno 2016 - Un tributo all’Italia, agli italiani e all’inconfondibile “Italian Style” con musica, cinema, premiazioni, guest star e soprattutto tanta emozione. Si è sviluppata così la serata svoltasi ieri al Kimmel Center di Philadelphia con l’esibizione degli artisti siciliani Francesco Cafiso, Rachele Amenta e Lorenzo Licitra. Accompagnati dal maestro Peppe Arezzo e dalla sua band formata da Peppe Tringali, Carlo Cattano, Alberto Fidone e Nico Arezzo, gli artisti si sono esibiti grazie ad un’iniziativa ideata e coordinata dall’Associazione Ragusani nel Mondo e dalla locale Associazione Regionale Siciliana nell’ambito delle celebrazioni dell’Anniversario della Repubblica Italiana. In apertura di serata, è stato il Console generale d’Italia a Philadelphia Andrea Canepari a dare il benvenuto al numeroso pubblico presente in sala. Al suo intervento, sono seguiti i messaggi di saluto di Giuseppe Rollo, leader della comunità italiana di Philadelphia e chairman dell’Associazione Regionale Siciliana presieduta da Sara Zagami e del direttore dell’Associazione Ragusani nel Mondo Sebastiano D’Angelo.

Il primo Award della serata dal titolo “Philly Italia Show” e presentata da Salvo Falcone, è stato consegnato da Giuseppe Rollo a Frank La Ferla, neurobiologo, decano di scienze biologiche della prestigiosa Ayala School. I suoi studi sul Morbo di Alzheimer hanno costituito e costituiscono attualmente una pietra miliare nel trattamento di questa patologia. Il secondo Award è stato consegnato, invece, Joseph Tarsia, fondatore del “Sigma Sound Studio”, affermato studio di registrazione e promozione in campo musicale che ha contribuito alla vittoria di 200 tra dischi d’oro e di platino. Tra l’altro già fondatore e chairman emerito della “Society of Professional audio recording service”, Tarsia è stato premiato da Joe D’Onofrio, noto produttore, punto di riferimento negli Usa in campo musicale al punto da contribuire – tra l’altro - alla vittoria di 6 Grammy Awards. La cerimonia di consegna di questo riconoscimento è avvenuta alla presenza del cantante e cantautore Bobby Rydell, icona della musica negli Usa negli anni ’60 ’70 e ’80. L’interprete della nota canzone “Kissin' Time”, vanta la partecipazione avvenuta nel 1964 al Festival di Sanremo con i brani “Un bacio piccolissimo” e “L'inverno cosa fai”.

A rendere indimenticabile la serata, è stata l’esibizione – a titolo gratuito - degli artisti siciliani: Rachele Amenta ha presentato in anteprima il suo nuovo singolo dal titolo “Sorprendimi”, mentre il tenore Lorenzo Licitra ha presentato – tra gli applausi – il suo primo Cd dal titolo “La mia Terra”. Lunghi applausi per l’esibizione di Francesco Cafiso e per la band diretta dal Maestro Peppe Arezzo che ha presentato negli States la sua recente incisione, “Il Pianificio”. La serata “Italian Style” al Kimmel Center di Philadelphia era iniziata con un tributo al Cinema Italiano e alla comunità italiana di Philadelphia con la proiezione di corti presentati dal prof. Leonardo Guercio. Tra i trailer presentati anche “The Last Ship”, cortometraggio firmato dai ragusani Daniele Ragusa, Davide Iacono e Carlo Distefano che rappresenta l’Italia al Brooklyn Festival di New York.

Despar
Samot Ragusa
CappelloGroup
Agriplast
AviMed
Cappadonna
SantaMaria
Inventa
Gurrieri
AnticoConventodeiCappuccini
Blunova
CentroStudiHelios
CentroCopigrafico
ElleDue
Eppecciò
Fisiomedica
Kreativamente
LoreficeFiori
Medialive
Map
Osteria
Buscema
Unicredit800x800
RealeMutua800x800
Pegaso800x800
Siriac800x800
SudRicambi800x800
Elisicilia800x800
PopCaffe800x800
Yblon800x800
Spadolaefigli800x800
SO.A.CO.